9 commenti su “stage di primavera – atterraggi di precisione”

  1. Ma con la Zona Rossa viene posticipato vero? E se si viene posticipata anche la presentazione della domanda?

  2. Ottima iniziativa sotto tutti i punti di vista: istruzionale, esperienziale, motivazionale, sociale.
    Ottima organizzazione, team di istruttori ben affiatati, costi accessibili, superamento dei problemi legati alla Zona Rossa.
    Proporrei di ripetere questa attività un paio di volte all’anno, magari nei periodi con meteo meno attraente, per avere stimoli a volare e tenersi in allenamento anche quando onde e termiche sono latitanti.
    E, se possibile, proporrei anche un terzo volo da solista, senza istruttore a bordo. Si potrebbero avere copie delle slides?

  3. ottima iniziativa, bella l’organizzazione, bello il contesto ,bello tutto , bella la boiserie…ma io non te pago!
    la prossima volta metterei in palio dei premi per il più preciso, ad esempio un prosciutto al primo, un paio di lonze al secondo, una corona di 15 salsicce al terzo..

  4. Grazie, avremo modo di riproporre tale attività e cogliamo il buon suggerimento di far fare il terzo volo da solista , Le slides verranno messe a disposizione. A presto con il corso che effettueremo in primavera inoltrata per “AVVIAMENTO ALLO SPORT” .

  5. Ottima iniziativa, fondamentale per crescere e cercare nuovi traguardi. Molto bello anche fare attività di gruppo e poter socializzare con i piloti del club. Spero bene in nuovi stage, come previsto , magari tra non molto.
    Grazie e un caro saluto.

  6. Ottima iniziativa, per crescere come piloti e poter cercare nuovi traguardi. Molto importante fare attività di gruppo e poter socializzare con i piloti del club. Spero bene in altre iniziative come previsto, Grazie e un caro saluto.

  7. Ottima iniziativa, sempre sul pezzo, vita di club e condivisione di esperienze…tutto quanto serve per l’accrescimento continuo di un pilota.

  8. Trovare la sensazione di incontrarsi di nuovo con la capacità di raggiungere un obiettivo, esercitandosi con umiltà e disciplina cercando di fare tutto il meglio possibile per essere sicuri. Iniziativa sempre auspicabile anche più di una volta all’anno e la fortuna di averlo fatto con due istruttori diversi che hanno dato, e permesso, interpretazioni diverse agli atterraggi ma sempre con un unico fine….la sicurezza. Grazie Ennio e grazie Antonio

  9. Rimettiamo in funzione la Club House così, come facevamo tanti decenni fà (1), tra fregnacce al sugo e salsicce (Ennio dice che le porta lui), rinsaldiamo amicizie e scambiamo notizie e informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *